Un silenzio assordante

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In due anni di presenza sul territorio di Paternò‬, il ‪#‎M5S‬ ha dato vita a moltissime iniziative, basti pensare all’operazione “Fiato sul collo“, dove si è provveduto alla ripresa gratuita delle sedute del consiglio comunale, o alle decine di istanze e proposte presentate (per la maggior parte osteggiate o ignorate, come la proposta di pubblicare in modo trasparente i bilanci del comune )
Ultima su tutte c’è la realizzazione del “mercato del contadino”, (per cui dopo 40 giorni si attende ancora risposta), anche questa a COSTO ZERO per l’amministrazione.
Tra le iniziative rimaste lettera morta, non bisogna dimenticare le nostre tre petizioni, ad oggi senza riscontro:
-“Io pago , io decido” (presentata 166 giorni fa)
-“Anche io sono Peppino Impastato” (presentata 102 giorni fa)
-“Sulla riscossione diretta dei propri tributi” (presentata 23 giorni fa).
Istanze e petizioni che possono essere condivise o meno, ma che, nonostante il nostro statuto comunale (art. 79) comma 2, preveda di dare una risposta motivata entro quarantacinque giorni dalla presentazione della petizione (30 giorni per le istanze, art.78), ad oggi giacciono negli uffici del comune.
Ci domandiamo se questa sia la prassi regolarmente adottata nei confronti dei cittadini che vogliono contribuire politicamente e socialmente al benessere della nostra città , oppure questo silenzio sia rivolto solo a noi del MoVimento 5 Stelle.