Prima o poi i nodi vengono al pettine

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri sera in Consiglio Comunale si è toccato davvero il fondo. Ormai abbiamo appurato e sottolineato più volte che il metodo, assunto da questa Amministrazione, è quello di lavorare per emergenze e non per programmazione. E così il 27 Dicembre arrivano in Consiglio Comunale una pioggia di debiti FUORI BILANCIO, per carità alcuni legittimi, perchè frutto di sentenze passate in giudicato, ma altri potevano essere valutati con più attenzione dalle Commissioni Consiliari prima di approdare in consiglio.
E invece, con la solita fretta, per non dire arroganza, l’Amministrazione sbatte in faccia proposte senza capo ne coda, e poi scivola, capitola, ne esce con le ossa rotte, costretta a ritirare, attraverso un gesto folle ed estremamente autoritario del Sindaco, la stessa proposta di delibera. Un gesto illegittimo, non condiviso dallo stesso Segretario Generale, che costringe il Presidente del Consiglio ad un gesto ancor più meschino e senza senso: “la seduta è chiusa”.
Forse questa maggioranza pensa che il Consiglio Comunale sia il salotto della loro abitazione, costruita con fretta e pressapochismo. E invece l’opposizione, perché della maggioranza erano presenti in aula solo 9 componenti su 14 (a proposito, vorremmo capire dove è finito il senso di responsabilità di tanti consiglieri), in maniera compatta e del tutto legittima ha espresso diversi dubbi, dimostrandosi competente e aperta al dialogo; un dialogo che è stato negato, con un gesto autoritario ed illegittimo, da parte del Presidente del Consiglio.
Restiamo basiti, ma non ci fermeremo qui, siamo stati chiamati a svolgere il nostro compito di indirizzo e controllo dai Cittadini, e per il rispetto che dimostriamo nei loro confronti, andremo avanti in questa triste vicenda, sperando che sia chiaro, oggi più che mai, che il Consiglio Comunale non è un teatrino, ma un luogo dove discutere e risolvere i problemi della nostra Città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *