OSSERVATORIO SUI RIFIUTI: adesso non si perda più altro tempo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con la seguente nota Il MoVimento 5 Stelle Paternò esprime grande soddisfazione per la nascita dell’Osservatorio sui rifiuti. Ciò avviene con la determina sindacale n. 6 del 14.02.2018 mediante la quale si sancisce anche la nomina dei componenti. L’Osservatorio Comunale monitorerà l’avanzamento dei lavori dell’amministrazione atti a soddisfare gli obiettivi richiesti dalla “STRATEGIA RIFIUTI ZERO. La palla adesso passa all’amministrazione e agli uffici comunali competenti, i quali hanno il dovere di fornire gli strumenti appropriati per poter permettere all’Osservatorio di lavorare al meglio al fine di monitorare costantemente il ciclo dei rifiuti, individuando criticità e proponendo soluzioni per rendere il percorso verso Rifiuti Zero verificabile, partecipato e soprattutto dinamico visti i gli enormi sforzi che la nostra città dovrà compiere al fine di  adeguarsi agli standards nazionali e comunitari.

 

23435201_10212210948567597_4595809238200333473_n“Se oggi a Paternò si parla di Osservatorio sui rifiuti – afferma Salvo La Delfa – il merito è soprattutto delle associazioni che già nel 2014 si fecero promotrici del documento che diede vita alla delibera n.29 con oggetto “Adesione alla strategia Rifiuti Zero” ed in particolar modo del comitato civico “Paternò C’è” con cui abbiamo avuto già il piacere di collaborare in passato. In politica, nelle sedi istituzionali, tante volte sentiamo parlare di “responsabilità”, e quindi un ringraziamento va a tutti questi cittadini i quali, pur non ricoprendo cariche elettive, continuano a dare un contributo notevole alla collettività. Oltre che ad augurare un buon lavoro ai componenti – continua La Delfa – chiediamo all’amministrazione di mettere l’osservatorio nelle condizioni di poter lavorare seriamente ed adempiere al proprio compito. Non sarà un compito facile e per questo serve un’amministrazione attenta e sensibile alla tematica. Purtroppo se guardiamo i dati della fine del 2016 la percentuale di RD è inspiegabilmente scesa di parecchio e ci troviamo con un servizio affidato nuovamente in proroga (senza gara), all’interno di un piano d’intervento ARO “estraneo” la cui attuazione vedrà luce forse tra due anni a seguito di una gara “ponte”. In buona sostanza siamo parecchio indietro.

“Dal canto nostro come forza politica presente in Consiglio Comunale – conclude Marco Gresta – 24067919_10213718702909452_4365297261582411728_ncontinueremo a lavorare sulla tematica con la stessa consapevolezza e passione civica che ci ha contraddistinto in questi anni. Questa amministrazione, cosi come quella passata, ha avuto prova del nostro spirito collaborativo in materia. Ricordiamo la segnalazione avvenuta in tempi celeri di ben due bandi regionali, uno relativo all’ampliamento dei centri comunali di raccolta e l’altro sulla bonifica delle aree inquinate secondo le priorità previste dal Piano Regionale di Bonifica.

 

In conclusione auspichiamo che questo osservatorio sia un vero punto di partenza per una reale programmazione della gestione dei rifiuti solidi urbani con la speranza di poter parlare un giorno, non molto lontano, di una Paternò virtuosa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *