Lettera aperta alla Città

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Carissimi concittadini,

La scorsa settimana sono state dette tante menzogne e falsità sul conto del nostro operato all’interno dell’assise civica, ribadendo che non è intenzione fare opere di convincimento a mezzo social o facebook al fine di curare il nostro orticello elettorale ma lo scopo è quello di continuare lavorare per il bene di Paternò, con la presente ci teniamo ad invitare la cittadinanza alla seduta che si terrà oggi alle 20:00 dove si discuterà di una situazione complicata che potrebbe danneggiare sia un privato imprenditore che lo stesso Comune.

Una questione – quella del progetto immobiliare “Antica Scala” in C.da Scala Vecchia – che non interessa soltanto i membri dell’ opposizione, della maggioranza, di partiti e movimenti politici ma un’intera Città e ogni cittadino dovrebbe prendere consapevolezza della situazione economica e delle reali “priorità” che necessita la nostra Paternò. Infatti in virtù alla problematica legata al pagamento degli espropri da parte dell’Ente Comunale, cifre che si aggirano intorno ai 350.000,00 euro circa, che potrebbero influire negativamente sullo stato finanziario del Comune.

Non rientra tra i nostri propositi quello di farsi “belli” di fronte l’impresa “Antica Scala”, a cui servono delle risposte dopo essere già stati danneggiati, ma esercitare il ruolo di controllo e indirizzo politico per cui siamo stati votati. Compito che abbiamo svolto fin dal primo giorno di insediamento di questo Consiglio Comunale e proprio per questo motivo veniamo attaccati e diffamati continuamente.

Ricordando che i consiglieri comunali sono soprattutto organo di controllo, non soltanto parti politiche, auspichiamo che l’Amministrazione arrivi con una vera pianificazione. Non ci stancheremo di ripeterlo: Il tempo degli slogan è finito. È il momento che ognuno si prenda le proprie responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *