Il lupo perde il pelo, ma non il vizio

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un altro anno che sta per finire, in Sicilia questo 2013 si conclude con il dubbio sul ritorno alle Provincie, con un Governo rimasto intrappolato dalla sua stessa maggioranza, ma soprattutto con la maratona in Commissione II – Bilancio e Programmazione,  per la prima volta nella storia dell’ Ars trasmessa in diretta streaming, oggetto di discussione la legge di stabilità proposta dal governo Crocetta.

1499481_474583449329802_1471535549_nUna maratona che ha visto il M5S, presentare una pioggia di emendamenti per dare ossigeno a imprese, turismo e agricoltura, alla faccia della forza politica esclusivamente di “protesta”, e la lunghissima notte dell’inciucio perenne nelle stanze chiuse del palazzo, durante la sospensione della seduta.

Notte degli inciuci, raccontata dai nostri portavoce attraverso i social network , come dice un vecchio proverbio : “il lupo perde il pelo, ma non il vizio”

Apriscatole in funzione :  

– Francesco Cappello: Ancora al gruppo a controllare capitolo per capitolo che cosa vogliono nascondere tra le pieghe di migliaia di emendamenti! Costi quel che costi, resteremo se sarà necessario all’Ars sino al capodanno del 2014! A dopo.

 

– Giorgio Ciaccio: Ancora in commissione bilancio a sentire scuse ed emendamenti assurdi… Se volete essere assunti fatevi avanti…. Tanto mamma regione garantisce tutti.

 

– Claudia La Rocca: Sono le 3.46, siamo in Commissione ad aspettare non so cosa da almeno un’ora. Parte della maggioranza è nella stanza accanto con il Governo…

 

– Claudia La Rocca: Siamo ancora qui. I metodi di lavoro fanno pena (come sempre). Abbiamo atteso quasi due ore perché loro si dovevano accordare sull’allegato uno. Sono stati approvati articoli vergognosi.

 

– Claudia La Rocca: I misteri dell’articolo 38: 1 milione per favorire la digitalizzazione delle imprese. Con il Bilancio al lastrico e previste già altre iniziative in merito, anche nazionali (vedi smart & start), era davvero necessario?

 

– Valentina Zafarana: Il processo democratico avviene nelle segrete stanze degli assessori. E poi qui sono tutti d’ accordo…

 

– Valentina Zafarana: Carissimo assessore Bianchi, siamo qui in commissione fino alle 5:37 del mattino per vedere che alla fine di due giorni ininterrotti di commissione bilancio metti a zero il fondo per il microcredito e blocchi ancora l’ unica iniziativa valida per sostenere l’ impresa? Noi non ci stiamo. Continuate ad accontentare gli interessi di clientela e a ridistribuire le briciole!

Questa è l’ unica rivoluzione che sapete fare.

 

– Gianina Ciancio: Sono le 5.43 e la commissione è ricominciata dopo più di 2 ore di sospensione che ha permesso ai “colleghi” e al governo di spartirsi nella stanza accanto(a porte chiuse) le ultime briciole di una Sicilia in ginocchio. Questa sono le persone con cui ci ritroviamo a lavorare e questo è il loro modo di fare politica. L’interesse personale che calpesta quello collettivo.

Questo è il risultato del nostro disinteresse, del nostro astensionismo, della nostra rassegnazione.

Politici che sfruttano la disperazione di famiglie per garantirsi i voti e, una volta eletti, farsi (permettetemi il termine) i gran cazzi loro.

 

– Claudia La Rocca: H 07.12 Il Governo presenta un maxi emendamento di 2 pagine che dovremmo esaminare ed eventualmente emendare entro 10 minuti. Lo schifo.

 

– Giorgio Ciaccio: #M5S #ARS la seduta della commissione bilancio è ripresa alle sei meno un quarto, dopo più di due ore di sospensione, per finire stamattina poco dopo le otto. Stanotte ho sentito scuse ed emendamenti assurdi, e nelle ore di sospensione della seduta, in stanze chiuse, l’interesse di pochi ha vinto sull’interesse collettivo. Alle 12 è convocata l’aula..